venerdì 19 marzo 2010

Attenti al Cellulare

Un gruppo di uomini è nello spogliatoio di una palestra.
Un cellulare su una panca squilla e uno dei membri del club risponde attivando il vivavoce. Tutti gli altri si fermano ad ascoltare. LUI: Pronti?
LEI: Tesoro, sono io. Sei al Club?
LUI: Si
LEI: Sono al centro commerciale e ho trovato una giacca di pelle carinissima a soli 1.000 Euro. Sei d'accordo se la prendo?
LUI: Certo, comprala se proprio ti piace tanto
LEI: Sono passata prima all'autosalone della Mercedes e il gestore mi ha mostrato la collezione del 2009. C'è un modello che mi piace veramente
LUI: quanto?
LEI: 90.000 Euro
LUI: OK, ma per quel prezzo voglio anche tutti gli optionals
LEI: fantastico! Ah! .. ancora una cosa ... la casa che volevo l'anno scorso è di nuovo in vendita. Chiedono 950.000 Euro
LUI: va bene, ma fagli un'offerta di 900.000. Probabilmente accetteranno. Altrimenti gli daremo anche gli altri 50.000, per quel prezzo mi pare comunque un bell'affare.
LEI: OK. Ci vediamo più tardi! Ti amo da impazzire!!
LUI: Ciao, anch'io ti amo tanto
L'uomo riattacca. Gli altri lo fissano increduli, senza parole.
Lui sorride e chiede: Qualcuno sa di chi è questo CELLULARE ?

martedì 17 novembre 2009

ROBERTO SAVIANO Dall'Inferno alla Bellezza Speciale Rai Tre



Il titolo della serata vuole dire una cosa semplice, vuole ricordare che da un lato esistono la libertà e la bellezza necessarie per chi scrive e per chi vive, dall'altro esiste il loro contrario, la loro negazione: l'inferno che sembra continuamente prevalere. E' possibile che ancora oggi, l'Uomo, nella sua accezione più ampia, debba passare necessariamente attraverso l'inferno per raggiungere la bellezza?
[ Roberto Saviano ]

La letteratura deve essere al servizio della società immergendosi nella realtà, intervenendo, e gli scrittori non possono semplicemente scrivere per intrattenere o per speculare sulla società. Devono avere un ruolo attivo. La parola è potere, ed è ancora più potente quando diventa d'uso comune. E questo è il motivo per cui uno scrittore che prende parte, veicola il suo messaggio con più efficacia che quello che invece scrive aspettando il tempo in cui si realizzino le sue fantasie. [ Ken Saro-Wiwa ]

lunedì 9 novembre 2009

FEMMINISTE

Riunione di Femministe di tutto il mondo

Parla la delegata tedesca:
Tempo fa, io detto mio marito:"Franz! Io non più cucinare!
Primo ciorno visto niente, secondo ciorno nemmeno
ma terzo ciorno Franz preso wurstel, crauti e cucinato per tutti!!!"

Applausi scroscianti nella sala.


Parla la delegata francese:
Alcuni mesi fa ho detto a mon JeanPaul:"je non farò più il letto!"
Le premier giorno non visto niente, nemmeno secondo,
ma terzo giorno Jean Paul, mon amour, ha rifatto il letto.

Applausi fragorosi..

La delegata americana :
Io ho detto "Ascoltami Johnny: Non preparerò piú la fottuta colazione!"
Il primo giorno non ho visto niente, nemmeno il secondo,
ma il terzo oh yeah! Johnny ha preso uova, bacon e succo di arancia
e ha preparato la colazione per tutti!

Ovazione!

É il turno della delegata italiana:
Io ci dissi a mio marito... "Cammelo, vedi che io non lavo e non stiro piú!"
Il primo giorno niente vidi, 'o secondo nemmeno.
'o terzo ricominciai a vedere un po' dall'occhio destro...

venerdì 23 ottobre 2009

martedì 4 agosto 2009

Spot Campari Soda - L'ultimo che arriva paga da bere

“‘L’ultimo che arriva paga da bere” è lo slogan e infatti il malcapitato si trova a offrire Campari ghiacciato a tutto il bar ormai stracolmo. E per l’occasione, i pubblicitari della Ddb rispolverano una vecchissima canzone di Crivel (Fernando Crivelli), cantante degli anni trenta.
Ecco il testo:
Quando al fine d’un giorno noioso
La gaiezza risorge nel cuor
Cerca ognuno il perché prodigioso
E domanda con grande stupor
Donde viene questa gioia verace
Ogni crisi finita è davver
Forse al mondo ritorna la pace, no, credete, è un motivo più ver
Se d’affanni, vecchi malanni, non si sente più novella
Se ciascun sorride lieto e la vita trova bella
Se ragione misteriosa a gioir ciascuno appella
Questa è ora senza pari, questa è l’ora del campari
Brilla il sole nel cielo in festa
o di pioggia si inondi il terren
a quest’ora nel cuore si riversta il pensiero che tutto va bene
poi che la gioia salta e vermiglia e il sol ci rifiuta calor
campari l’ha chiusa in bottiglia onde tutti ripetono in cor
Se d’affanni, vecchi malanni, non si sente più novella
Se ciascun sorride lieto e la vita trova bella
Se ragione misteriosa a gioir ciascuno appella
Questa è ora senza pari, questa è l’ora del campari
Quando gli stranieri in carovana
Dalle brume di nordico suol ripercorron la terra italiana
Nel tepore dell’italo sol
Ammiran sui colli di Roma nuove glorie ed eterno splendor
Ma lasciando bei fiori la Roma con rimpianto ripeton tra lor
Se d’affanni, vecchi malanni, non si sente più novella
Se ciascun sorride lieto e la vita trova bella
Se ragione misteriosa a gioir ciascuno appella
Questa è ora senza pari, questa è l’ora del campari

sabato 18 luglio 2009

venerdì 17 luglio 2009

KEN BLOCK

Impressionanti manovre di abilità...un'arte di guida...DRIFTING!

lunedì 15 giugno 2009

MotoGP Valentino Rossi vs. Lorenzo

Giri finali gran premio CATALUNYA Barcellona 14-06-2009
Incredibile sorpasso di ROSSI